Produttori

Speciali

Cos'è una buona canna?

Published : 18/07/2018 15:21:42
Categories : ,

Abbiamo visto le diverse fasi della realizzazione del sassofono e dell'ancia del clarinetto, abbiamo anche visto il meccanismo con cui ilgiunco presta la sua voce al sassofono e al clarinetto. Ma poi cosa determina se la canna è di buona o cattiva qualità?

La qualità dell'ancia

Cos'è una canna di qualità?

In termini di struttura fibrosa, una canna di qualità avrà fibre uguali e grande finezza. E' questa struttura formata da fibre separate da microirrigazione a solchi che conferisce alla canna la sua elasticità. Ci sono tre tipi di fibre nel pettine: fibre a compressione piuttosto morbide, fibre tese, smussate, che danno al pettine il suo effetto molla e le cosiddette fibre neutre che sono in direzione dello spessore.

Inoltre, la canna deve avere una durezza minima per "prendere bene il ferro" quando si taglia la canna può quindi essere più sottile e meglio stampata. Se la canna è troppo morbida, la parte posteriore della canna dovrà essere più spessa per compensarla e darle elasticità, una canna priva di elasticità si attaccherà al becco e non vibrerà. Un legno spesso e duro darà un'ancia con un grande suono.

Quali sono i fattori che influenzano la qualità della canna?

Ciò dipende innanzitutto dalle condizioni atmosferiche e pedologiche in cui è stata coltivata la canna, che ne determinano la struttura fibrosa e quindi l'elasticità, fattore determinante per la qualità della canna. Si raccomanda che la canna, per tutta la sua crescita, sia esposta alternativamente alla siccità e all'umidità, la siccità stringerà le fibre aumentandone l'elasticità e l'umidità, al contrario, le rilasserà. Tuttavia, queste condizioni sono una spada a doppio taglio per la canna, perché contribuiscono anche alla sua usura!

A questo proposito va anche notato che negli ultimi anni si è registrato un calo della qualità dei canneti dovuto al consumo di massa.

Altri fattori sono noti per influenzare la qualità della canna, anzi, alcuni affermano che il ciclo lunare avrà un impatto perché scandirà l'aumento della linfa!

Se le canne del Var "Arundo Donax" stanno andando bene, è grazie alla natura della terra rossastra, il maestrale, che si ritiene "rafforzi" la canna, il microclima della regione e il fatto che sono sparse. Inoltre, è stato dimostrato che le canne coltivate in mare sono più sviluppate, hanno un diametro maggiore e un legno più fine e una venatura più stretta, soddisfano tutte le condizioni per emettere molto suono. Le canne coltivate in un clima continentale hanno un carattere spugnoso che le rende inadatte alla musica.

La maturità della canna

Determinante è anche la maturità della canna, che dipende dal periodo di essiccazione. L'asciugatura accelerata artificialmente può rimuovere l'elasticità della canna.

Il taglio delle canne

La superficie superiore dell'ancia deve avere un taglio regolare e simmetrico, cioè le fibre di compressione devono essere uguali su tutta la superficie, altrimenti il suono sarà "smorzato" se il taglio ha perso la sua regolarità o una mancanza di precisione nell'attacco se non è simmetrico. Una differenza di spessore di 1/100 di mm è tutto ciò che serve per iniziare a fischiare.

Il lato inferiore, il tavolo, cioè il lato opposto allo smusso, deve essere "piatto" per avere una buona adesione con il bocchino del sassofono o del clarinetto. Inoltre, il battente della porta non deve essere troppo spesso o suonerà "duro" o troppo sottile perché il suono perderà la sua lucentezza. Si consiglia nel primo caso di raffinare la foglia strofinandola con carta vetrata e nel secondo caso di tagliare la foglia facendo attenzione che la zona di piegatura non si sollevi troppo e corrisponda alla curvatura dell'ugello.

Bisogna anche prestare attenzione alla curvatura della canna, che non deve essere troppo spessa, cioè troppo ricca di fibre tese, che porrà difficoltà al "pianissimo".

Inoltre, il diradamento non deve essere lo stesso su tutta la larghezza della canna, ma deve essere più accentuato sulle costole, conferendo alla canna il suo aspetto conico fino a 2 mm prima della punta.

In sintesi, il seguente è un riepilogo

  • Tre fattori determinano la qualità di una canna: la condizione della coltura della canna, il processo di lavorazione e il taglio
  • Queste tre variabili rendono la canna pulita o inadatta alla musica e, in quest'ultimo caso, ne determinano le caratteristiche

Share this content